La pianta della senape

Quanti sanno che il condimento a noi noto come senape è realizzato con i semi di una pianta della famiglia dei cavoli, pestati e mescolati con acqua e aceto?
Non tantissimi immagino, ma sicuramente ancora meno sanno che anche il resto della pianta della senape è commestibile. Ne esistono numerose varietà che si differenziano per il colore e le molteplici forme delle foglie.

Il sapore è sorprendentemente molto piccante e tipico. Durante la cottura il sapore piccante si attenua. Le foglie della senape possono essere bollite, brasate, o fatte al vapore, da sole o con altri tipi di cavolo o verdure a foglia e si accompagnano molto bene a piatti di carne o al riso.

La si coltiva in primavera e in autunno. Raggiunge rapidamente la maturazione. Sono possibili più tagli, oppure si lasciano crescere le singole piante e si raccolgono man mano le foglie esterne. E’ anche ottima per il terreno come concimazione verde.


Senape in padella

Faccio rosolare lentamente un paio di cipolle piccole. Appena sono caramellizzate aggiungo uno spicchio di aglio schiacciato. Aggiungo 400 grammi di foglie di senape spezzate e un paio di decilitri di brodo e lascio cuocere finchè la senape è appena appassita. Condisco con un cucchiaino di olio di sesamo e regolo di sale e pepe.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: